Terzo memorial Melissa Bassi, questa mattina i sorteggi: il ricavato per le "cuffie della dignità" in Oncologia

giovedì 7 maggio 2015
Cresce ogni anno di più il memorial intitolato alla memoria di Melissa Bassi, la studentessa 16enne di Mesagne, uccisa dall'esplosione di un ordigno piazzato sotto i cancelli dell'istituto Morvillo-Falcone il 19 maggio 2012 da Giovanni Vantaggiato, imprenditore di Copertino. 

Il prossimo anno, con ogni probabilità, la sala conferenze di palazzo Granafei-Nervegna, cuore istituzionale di Brindisi, non basterà a ospitare tutti quelli che sono coinvolti più o meno direttamente nell'organizzazione del memorial “Melissa Bassi”, giunto alla terza edizione.

L'evento, proprio come un seme che, se oggetto delle dovute e costanti attenzioni, germina, cresce e dà i suoi frutti, si è trasformato in appena 3 anni in uno degli appuntamenti solidali imprescindibili per tutta la città e l'intera provincia, tanto da guadagnarsi importanti partner che hanno affiancato il nucleo originario degli ideatori della manifestazione, nata all'indomani della tragedia dall'idea di Vincenzo Murri, ispettore della polizia penitenziaria, e Massimiliano De Giorgi, assistente capo dello stesso corpo, entrambi in servizio nel carcere di via Appia.

Anno dopo anno il torneo interforze giocato allo stadio Franco Fanuzzi di Brindisi si è ingrandito e, di pari passo, anche gli obiettivi di solidarietà, scopo ultimo della manifestazione, sono diventati più alti: col ricavato raccolto nel primo anno si è potuto realizzare un giardino dedicato a Melissa in una delle scuole della città; con i fondi racimolati nella seconda edizione si sono istituite delle borse di studio intitolate alla memoria della 16enne mesagnese; quest'anno, i proventi della manifestazione andranno a finanziare le attività dell'Unità Operativa Complessa di Oncologia dell'ospedale Antonio Perrino di Brindisi, coordinata dal primario Saverio Cinieri, presente  questa mattina alla presentazione del memorial.

Al sorteggio dei gironi del torneo, oltre ai rappresentanti delle squadre partecipanti, c'era il sindaco Mimmo Consales che ha rimarcato l'importanza della manifestazione per la città intera. «È bello vedere Massimo e Rita – afferma Consales – per noi sono dei fratelli oltre che dei concittadini per quello che Melissa rappresenta per noi. Li sentiamo come parte della nostra famiglia».

Il professor Cinieri ha offerto il ricordo del suo 19 maggio 2012. «Quel giorno – ricorda – ricevetti tantissime telefonate da colleghi di tutta Italia: noi, come reparto di oncologia, non eravamo direttamente coinvolti nell'emergenza ma, comunque, eravamo pienamente coinvolti emotivamente. Ricordo la chiamata di Franco Conte, direttore dell'Istituto Oncologico Veneto che mi chiese come stavamo, noi brindisini, psicologicamente». Cinieri, poi, ha voluto ringraziare la famiglia Bassi, i genitori di Melissa, Massimo e Rita, presenti, come sempre, in prima fila in occasioni nelle quali il ricordo di loro figlia è accostato a beneficenza e solidarietà vera, dai quali è partita l'idea di devolvere il ricavato della manifestazione al reparto di oncologia del Perrino.

«Quando sono tornato da Milano – ricorda Cinieri – il mio obiettivo era quello di interrompere i cosiddetti “viaggi della speranza”, coi malati e le loro famiglie costretti a estenuanti trasferte che, molto spesso, si risolvevano in un nulla di fatto: direi che, con sacrificio e professionalità, il risultato è stato raggiunto». Il primario ha anche anticipato la destinazione delle risorse che riceverà dall'evento benefico.

«Con questo e altri finanziamenti stiamo cercando di dotare il reparto di oncologia di una stanza riservata alle “cuffiette di dignità”, degli strumenti innovativi che consentono di evitare la perdita dei capelli in concomitanza di cure alopecizzanti: per le donne, in particolare, è un trauma psicologico non indifferente e, se dovessimo riuscire nel nostro scopo, il Perrino sarebbe il primo ospedale del sud Italia ad avere una simile tecnologia».
Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
06/09/2017
Per il secondo anno consecutivo, Admo Puglia Onlus ...
Solidarietà
07/06/2017
L'associazione A.S.D. Football Bari ha organizzato con il ...
Solidarietà
28/04/2017
Ritorna a Bari, e nella sua formula iniziale, la Run For Parkinson’s realizzata ...
Solidarietà
27/12/2016
Uno spettacolo natalizio per i piccoli pazienti ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...