Taranta, il concertone diventa una maratona di solidarietà

giovedì 25 agosto 2016
Progetto “La Puglia per la ricostruzione” dopodomani a Melpignano per la chiusura del festival.

 

Il concertone finale della Notte della Taranta, in programma dopodomani 27 Agosto a Melpignano (Lecce), si trasforma in una maratona di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dal sisma. E’ quanto stabilito dalla fondazione che organizza l’evento d’intesa con la Regione Puglia. Il pubblico in piazza e quello che seguirà l’evento in diretta su Rai 5 (canale 23 a partire dalle 22.30) potrà effettuare delle donazioni che finanzieranno la ricostruzione di un’opera nei territori colpiti dal terremoto, opera che sarà individuata dalla Regione Puglia.

Alessandra Caiulo, Enza Pagliara e Alessia Tondo, tra le voci dell'Orchestra Popolare della Notte della Taranta, chiamano a raccolta il pubblico del Concertone per la gara di solidarietà in un breve video. 

Alle 18.45 di sabato i sindaci della Grecia salentina saliranno sul palco per invitare i 200 mila previsti in piazza a versare un contributo economico nei 7 mega salvadanai che saranno installati e presidiati dalla Protezione Civile nei varchi di accesso al concertone.

Alle 22.30, il maestro concertatore Carmen Consoli, a nome di tutti gli artisti e del’orchestra popolare, aprirà il concertone con un messaggio per invitare il pubblico a contribuire al progetto di solidarietà “La Puglia per la ricostruzione”. Sui videowal scorrerà per tutta la durata dell’evento il numero utile per le donazioni.

Altri articoli di "Notte della Taranta 2016"
Notte della Taran..
10/09/2016
L’unicità del tour è dovuta alla ...
Notte della Taran..
04/09/2016
Fiorella Mannoia, tra le protagoniste de La notte della ...
Notte della Taran..
28/08/2016
Successo per la serata finale del festival con il ...
Notte della Taran..
26/08/2016
Domani a Melpignano il concertone con Carmen Consoli, Lisa Fischer, Nada, Buika e ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...