Barletta, per la Rievocazione della Disfida, parata di stelle: Bassi, Ricciarelli e Placido. Il video

sabato 10 settembre 2016

Dal 13 al 17 settembre sarà celebrata la Rievocazione Storica della Disfida di Barletta, che vedrà tra gli ospiti d’eccezione Michele Placido, Ettore Bassi e Katia Ricciarelli.

Anche quest’anno la rievocazione si svolgerà con il corteo storico e un fitto programma di  mostre, spettacoli, presentazioni, letture e laboratori che animeranno la città. Il programma è stato presentato in Regione dal sindaco Pasquale Cascella, dall’assessore regionale alla Cultura Loredana Capone, dal presidente del Teatro Pubblico Pugliese Carmelo Grassi e dal regista del corteo storico Francesco Gorgoglione. 

Per l’assessore Capone l'intento è "ricordare quei tempi e far scoprire quelle storie a chi non le conosce o le vuole approfondire. La “Puglia Imperiale”, questa provincia Bat bellissima, ha monumenti storici straordinari: la rievocazione storica della Disfida rende pubblico uno scenario particolare, simbolo di dignità, che si coltiva su un territorio particolarmente bello da conoscere".

Fulcro delle iniziative barlettane saranno le due giornate del 16 e 17 settembre, con il corteo storico con la regia e direzione artistica di Francesco Gorgoglione e gli spettacoli principali. Venerdì 16 settembre alle ore 20.00 al Castello è in programma  L’Offesa, a cura dell’Associazione Bardulos, rievocazione della scintilla che generò la sfida tra francesi e italiani e alle ore 21.30, sempre al Castello, Danza delle Spade. Dal Rinascimento a West Side Story della Brass Ensemble dell’Orchestra Magna Grecia di Taranto, direttore Saverio Vizziello, Musiche di Purcell, Gervasio, Bernstein, Khachaturian.

Sabato 17 settembre il Castello, alle 19.00, farà da palcoscenico  al Te Deum. Con Ettore Bassi, Andrea Vico e la partecipazione straordinaria di Michele Placido e la regia di Francesco Gorgoglione, prenderà vita la rappresentazione scenica di ringraziamento dei 13 cavalieri italiani alla Madonna Maria Assunta (Madonna della Sfida) per la vittoria conseguita e la consegna dei prigionieri francesi al Gran Capitano Consalvo da Cordova. A seguire, nelle strade del centro cittadino si snoderà il Corteo  Storico Trionfale con Ettore Bassi (Ettore Fieramosca)  e Andrea Vico (Consalvo da Cordova),  tra esibizioni di gruppi storici in costume d’epoca, bandiere e tamburi.  Alle ore 22.00, nel Castello, andrà in scena  Il Duello Nella Storia, con Michele Placido e  la cantante Federica Vincenti e con la partecipazione de “I Danzatori delle Spade”. A conclusione della serata, lo Spettacolo Piromusicale e a seguire  Katia Ricciarelli darà vita alla Notte di Grande Musica, Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari con The Great Italian Tenors Francesco Zingarello, Francesco Panni, Francesco Malapena direttore Nicola Samale, con un programma di celebri aree d’opera, medley di romanze, canzoni italiane, medley napoletani e sudamericani. 

DI seguito il programma: 

 13-25 SETTEMBRE - h 10,00 / 20,00  - Palazzo Della Marra

LA GRANDE SFIDA

Mostra di oli e chine miste dell’artista Michele Armenise 

13-18 SETTEMBRE – h 16,00 / 20,00  - Palazzo San Domenico 

MOSTRA DI ILLUSTRAZIONI DI LUCIANO RICCI

Tratte dal volume “Cronica di dui giorni nel Febbraro de l’A.D. MDIII in Barletta”

13-18 SETTEMBRE – h 16,00 / 20,00  - Palazzo San Domenico 

MOSTRA FOTOGRAFICA “LA DISFIDA DI BARLETTA”

A cura del Fiof – Fondo Internazionale per la fotografia   

13-17 SETTEMBRE - Vie del Centro cittadino

LA DISFIDA IN VETRINA

A cura delle Associazioni dei commercianti

Abiti rinascimentali in vetrina

15 SETTEMBRE – h 19,30 / 22:00 – Cantina della Sfida

LEGGERE LA DISFIDA

Con la partecipazione di Daniela Pedico, Francesco Emanuele Delvecchio, Katia Falanga, Ida Dinuzzi, Savino Somma.

Maratona di lettura del romanzo di M. D’Azeglio

15-16 SETTEMBRE – h 10/13 e 16/19 - Cantina della Sfida

CANTIERE APERTO

Visite guidate al restauro del monumento della Disfida del Maestro Achille Stocchi

A cura della Cooperativa Mures

 

GIOVEDI 15 SETTEMBRE- h 20.00 - Cattedrale di Santa Maria Maggiore

DALLA MONODIA ALLA POLIFONIA - TRA SACRO E PROFANO

A cura del Coro Polifonico “Il Gabbiano”

diretto dal M° Gianluigi Gorgoglione

Canti medievali, rinascimentali e contemporanei


VENERDI’16 SETTEMBRE – h 17,30 - Punto Einaudi Corso Garibaldi

LABORART “AVANTI MIEI PRODI”

Con Giorgia Allegretta e Luca Mele

A cura del Punto Einaudi 

Per bambini 6-12 anni max 30 partecipanti - prenotazione obbligatoria


16-17 SETTEMBRE

LA DISFIDA IN TAVOLA

Menù dedicato a cura dei ristoratori aderenti

 

VENERDI’16 SETTEMBRE – ore 19,30 - Cantina della Sfida

DISFIDA SENZA BARRIERE

A cura dell’Associazione Teatro Nuovo


VENERDI’ 16 SETTEMBRE - h 20.00, Castello di Barletta

L’OFFESA

a cura dell’Associazione Bardulos

Prima del noto episodio della Disfida, in cui 13 cavalieri italiani fronteggiarono 13 cavalieri francesi per tenere alto l'onore della propria patria, nel centro di Barletta – all'interno di una cantina che da quel momento in poi fu chiamata "Cantina della Sfida", avvenne: l'offesa, quell'atto di superbia che fu motivo scatenante del combattimento.

 

VENERDI’16 SETTEMBRE - h 21.30, Castello di Barletta

DANZA DELLE SPADE. DAL RINASCIMENTO A WEST SIDE STORY

 

Brass Ensemble dell’Orchestra Magna Grecia di Taranto

direttore Saverio Vizziello

Musiche di Purcell, Gervasio, Bernstein, Khachaturian

 

 

SABATO 17  SETTEMBRE - h 11.00 - Centro storico

BANDO DI SFIDA 

a cura dell’Associazione Bardulos

Araldo a cavallo annuncia il bando di Sfida percorrendo le principali vie della città. Castello, Via Cavour, Corso Garibaldi, Via Baccarini, Piazza Aldo Moro, Via C. da Cordova, Corso Vittorio Emanuele, Via Nazareth, Via Cialdini, Via Duomo, 
Castello.

 

SABATO 17 SETTEMBRE - h 19.00 - Castello di Barletta

TE DEUM

con la partecipazione straordinaria di MICHELE PLACIDO

e con ETTORE BASSI ed Andrea Vico

canti gregoriani a cura della Polifonica “Il Gabbiano”

testo e regia di Francesco Gorgoglione

Il narratore (Michele Placido)
introduce i fatti storici, il Coro intona il Te Deum, canti gregoriani di ringraziamento dei tredici Cavalieri Italiani rientrati vincitori dal combattimento contro i 13 Cavalieri Francesi, che al cospetto di Consalvo da Cordova (Andrea Vico) e dei Principi Fabrizio e Prospero Colonna depongono le armi per terra, in un simbolico gesto di fedeltà ai regnanti e alla Madonna Maria Assunta detta della Sfida che l’ha assistiti durante il combattimento. Discorso di Ettore Fieramosca (Ettore Bassi) rivolto ai suoi, a Consalvo da Cordova e alla Madonna. 
A fine cerimonia della durata di circa 20 minuti, i Cavalieri raggiungono i loro destrieri e si preparano per il Corteo Trionfale in città. 

 

SABATO 17 SETTEMBRE - h 19.30 - Centro storico (partenza dal Castello di Barletta)

CORTEO STORICO TRIONFALE

con ETTORE BASSI (Ettore Fieramosca)

e con Andrea Vico (Consalvo da Cordova)

ed i gruppi storici: Fieramosca, Brancalone, Bardulos, Aufidus, Cavalieri del Mito

allestimenti a cura della Ditta Defazio

regia di Francesco Gorgoglione

Durante il percorso ci saranno esibizioni di giocolieri, sputa fuoco, saltimbanchi, sbandieratori, trombe e tamburi, nobili e nobildonne, spadaccini, armigeri, archibugieri,  porta insegne Italiani, in un tripudio di festeggiamenti che animeranno durante tutto il percorso del Corteo Storico.

 

SABATO 17 SETTEMBRE - h 22.00 -  Castello di Barletta

MICHELE PLACIDO

IL DUELLO NELLA STORIA

Cantante FEDERICA VINCENTI

Violinista M°  VITTORIO CIURLIA - Tamburellista Marco Preite

e con la partecipazione de “I Danzatori delle Spade”

una produzione Goldenart Production - In collaborazione con Associazione Teatro Solatia

Alle radici di sé stessi, spesso c’è un nemico da combattere.

Un duello che attraversa le culture e i millenni e si ripropone in tutta la sua potenza fino a noi.

Michele Placido rievoca le suggestive gesta di Ettore e Achille nell’edizione 2016 della disfida di Barletta. Il duello più famoso della narrazione mediterranea tesserà le fila di una serata all’insegna della leggenda e delle radici musicali del Levante, facendo immergere lo spettatore nel ricordo di echi antichi della Magna Grecia. 

La potenza del testo omerico, interpretata dalla voce del grande interprete pugliese, incontra le emozionanti vibrazioni del canto salentino di Federica Vincenti, accompagnata dal violino di Vittorio Ciurlia, i ritmi sincopati del tamburellista Marco Preite e l’affascinante movimento dei Danzatori delle Spade.

 

SABATO 17 SETTEMBRE - h 23.00 - Castello di Barletta

SPETTACOLO PIROMUSICALE

a cura di Piro Fantasy

 

a seguire:

KATIA RICCIARELLI presenta

NOTTE DI GRANDE MUSICA

Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari

con THE GREAT ITALIAN TENORS

Francesco Zingarello, Francesco Panni, Francesco Malapena

direttore Nicola Samale

Un programma di celebri aree d’opera, medley di romanze, canzoni italiane, medley napoletani e sudamericani.

 

 

 

NOTE DI REGIA  CORTEO STORICO

Molti sono i documenti storici che hanno trattato la Disfida di Barletta. Le più autorevoli sono: Anonimo Autore di Veduta cronista del tempo, nella sua Historia del combattimento fra 13 cavalieri italiani con altrettanti francesi fatto in Puglia fra Andria e Quarati; Antonio de Ferraris detto il Galateo nella sua Epistola ad Crysostomum; Francesco Giucciardini nella sua Storia d’Italia per citarne alcuni. Tuttavia, colui a cui si deve la maggior divulgazione letteraria è Massimo D’Azeglio con il romanzo Ettore Fieramosca. Lo scenario che si presenta in Italia all’inizio del XVI secolo è quello della rivalità principi e signori dei numerosi distretti che si lasciano conquistare- attraverso particolari alleanze- dagli emissari di Luigi XII di Francia e Ferdinando di Spagna (Il Cattolico). Nel Regno di Napoli e specificatamente a Barletta sotto il dominio spagnolo di Consalvo da Cardova (detto il Gran Capitano) e a Canosa di Puglia sotto il dominio francese del Duca di Nemours, erano in corso le più diverse strategie per la conquista del territorio. Numerose erano le scaramucce tra gruppi di cavalieri, e i prigionieri erano sovente trattati secondo le regole del codice cavalleresco del tempo. Molti soldati di ventura italiani al servizio di Prospero e Fabrizio Colonna- alleati degli spagnoli- dimostrarono il loro valore e la loro audacia in diverse circostanze; tra questi Ettore Fieramosca. Tra i tanti prigionieri francesi figurava un tale Guy de La Motte, la cui “arroganza” dette origine alla famosa Disfida. Barletta , 1503: in una locanda, attorno a una tavola imbandita, siedono ufficiali spagnoli e francesi. Trattano la liberazione di numerosi prigionieri transalpini in mano agli iberici; è l’epoca in cui la Spagna e la Francia si spartiscono il territorio italiano. Quel giorno si coglie l’occasione per lodare il valore dei soldati italiani. Per tutta risposta il francese Guy de La Motte ne offende l’onore definendoli “vili e traditori”. Fu questo terribile affronto a dare origine a un certame in armi (La Disfida) tra tredici cavalieri italiani e altrettanti francesi. Nel duello cavalleresco, che durò dall’alba al tramonto del 13 febbraio 1503, il valoroso Ettore Fieramosca, sconfisse l’arrogante Guy de La Motte: i francesi fatti prigionieri e gli italiani difesero onore e spirito guerriero. La regia della manifestazione mira a ricostruire uno spaccato di storia del 1503 vissuta dalla città di Barletta attraverso la messa in scena solo di alcuni momenti salienti dell’avvenimento. Purtroppo in questa edizione non è possibile ricostruire il giuramento dei 13 cavalieri italiani e il combattimento “Certame Cavalleresco”, vero fulcro della manifestazione, che ci auguriamo di realizzare nelle prossime edizioni. L’offesa, il bando di sfida, il Te Deum, il corteo storico trionfale con i festeggiamenti affidati ai fuochi pirotecnici musicali concluderanno la manifestazione. Molto importante sarà la rappresentazione teatrale affidata alla regia di Michele Placido, momento riflessivo sulla figura dell’eroe. Tra storia e immaginazione tutto è spettacolo, da consumarsi per le strade della città imbandierata per l’occasione, atmosfere rievocative ci riportano indietro nel tempo in un fantastico mondo fatto di vero e verosimile. Il coinvolgimento di gruppi storici nati, con tanto entusiasmo, con il preciso scopo di rendersi disponibili all’evento, la partecipazione gratuita dei cittadini/comparse mette in rilievo quanto questa manifestazione sia sentita in città. Chi ha scritto e tramandato a noi i fatti storici della “Disfida di Barletta” ha regalato ai postumi un grande senso di appartenenza ad un territorio pieno di identità.

 

Gruppi storici partecipanti:

·         Brancaleone: Sbandieratori, trombe e tamburi, mangiafuoco, 13 portainsegna, nobili. (Barletta)

·         Bardulos: Spadaccini e armigeri. L’offesa e il gruppo dei 13 francesi nel corteo, nobili. (Barletta)

·         I Fieramosca: Trombe e tamburi, sbandieratori, sputafuoco, giocolieri, nobili, nobildonne. (Barletta)

·         I Cavalieri del Mito: Araldo a cavallo, 12 cavalieri a cavallo, cavallo per Ettore Fieramosca con palafreniere. (Barletta)

·         Comparse: nobili e nobildonne (dei gruppi storici)

 

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
30/03/2017
L’artista sarà la protagonista della due ...
Cultura
21/03/2017
La nuova formula della musica classica nei teatri di Lecce, ...
Cultura
18/11/2016
Tre giorni di attività ed eventi per scoprire la ...
Cultura
14/10/2016
A Lezione di Costituzione, per un voto consapevole al ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...