Xylella, Emiliano e Di Gioia: «In arrivo una legge regionale che predisponga un serio piano di contrasto»

mercoledì 14 settembre 2016
La legge partirà dalle esperienze vissute e tenterà di predisporre un piano di contrasto alla fitopatia che non preveda l’abbattimento degli alberi sani.

«Stiamo preparando una legge anti- xylella, che parta dalle esperienze che abbiamo fatto e che tenterà di predisporre un piano di contrasto alla fitopatia che non preveda l’abbattimento degli alberi sani attorno alle piante infette e che consentirà anche di cominciare il reimpianto di altri cultivar resistenti nelle zone colpite».

Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenendo questa mattina al convegno di approfondimento sullo schema di disegno di legge “Gestione della batteriosi da xylella fastidiosa nel territorio della Regione Puglia” e sui progetti di ricerca scientifici approvati e destinatari di finanziamenti regionali (secondo le Linee guida per il Parco della ricerca e sperimentazione finalizzata alla prevenzione contenimento del Complesso del disseccamento rapido dell’olivo- CoDiRo). Ai lavori è intervenuto l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Leonardo di Gioia e il direttore dipartimento Agricoltura, Gianluca Nardone.

«Si tratta – ha spiegato Emiliano – di una legge che farà patrimonio di tutte le esperienze che abbiamo fatto sinora e che cercherà di spiegare all’Unione Europea che le misure derivanti dalle rigide regole di quarantena, che prevedono lo sradicamento di alberi nei cento metri intorno alla pianta infetta, sono misure inutile e per certi versi eccessive. Rimane il fatto che gli alberi che troveremo colpiti dal batterio nelle zone cuscinetto verranno immediatamente abbattuti e per le piante vicine verranno adottate misure di contenimento dell’infezione che secondo noi saranno molto più efficaci dell’abbattimento, compreso un monitoraggio più intenso dell’area colpita».

«In consiglio regionale – ha concluso Emiliano – questa discussione verrà fatta in modo aperto e con l’approvazione della Legge sarà tutta la Puglia a dire la sua su come contrastare questo flagello che rischia di cambiare non solo il nostro modo di produrre in agricoltura, ma anche il nostro paesaggio».


Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
24/05/2017
Sono in provincia di Lecce le acque di balneazione più pulite della Puglia. Bene ...
Ambiente
16/05/2017
Domenica 21 maggio appuntamento con la natura protetta nelle Oasi WWF. Quest'anno ...
Ambiente
26/04/2017
Premiate con la bandiera verde dai pediatri italiani. Sono ...
Ambiente
01/03/2017
La tutela del mare e del relativo ecosistema contro le ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...