Canosa, taglio del nastro per il "Dell'Andro". Studenti da subito nelle nuove aule

sabato 17 settembre 2016

Taglio del nastro a Canosa per l'istituto "Nicola Dell'Andro", trasformato da scuola dell'infanzia in scuola secondaria.

I lavori di adeguamento e d'omologazione sono terminati e, per questo, lo stabile ospiterà sin da subito gli studenti del liceo “Enrico Fermi”.  La necessità di adeguare il plesso alle necessità dei ragazzi di scuola superiore è nata due anni fa. L’amministrazione ha provveduto, prima a trasferire le uniche tre sezioni esistenti nell'edificio “Giuseppe Mazzini”, che già ospita una scuola primaria e che, nel contempo, aveva a disposizione aule vuote. Poi, una volta reso libero, ha destinato l’immobile, con successivo provvedimento di giunta, ad ospitare scolaresche appartenenti al ciclo d'istruzione secondaria, che necessitavano di aule adeguate alla formazione didattica. 

“Il Comune di Canosa – ha detto il primo cittadino Ernesto La Salvia - ha speso i propri fondi per adeguare una scuola elementare, che ospitava pochissimi bambini, alle esigenze dei ragazzi del liceo, per consentire ai nostri ragazzi di studiare in aule più confortevoli e decorose. Nella logica della piena collaborazione tra istituzioni, abbiamo quindi messo a disposizione della Provincia di Barletta-Andria-Trani un plesso comunale ristrutturato che già da oggi sarà utilizzato dai ragazzi del liceo”.

Per l'assessore all'Istruzione Faccilongo è "un grande traguardo che permette di far fronte al problema della mancanza di aule del liceo Fermi che ogni anno conta un maggior numero di iscritti". Un risultato che, per il presidente Corrado, "ripaga dei sacrifici che spinge a continuare a lavorare per fornire tutto il supporto possibile". 

“E’ per noi un giorno di festa – ha detto la dirigente scolastica del liceo, Nunzia Silvestri – e sono felice che il Comune abbia intrapreso la decisione di rendere questa struttura idonea e rispondente alle necessità didattiche degli studenti e di tutto il personale scolastico. Certo mancano ancora la palestra e un auditorium. Ma certamente, anche grazie alla sinergia tra enti, abbiamo intrapreso una strada che ci fa ben sperare”.

 

Altri articoli di "Scuola"
Scuola
22/02/2017
Incontro con gli studenti giovedì 23 febbraio alle ...
Scuola
18/11/2016
Scenderanno in campo domani per protestare contro la legge ...
Scuola
21/09/2016
Anche le scuole di Bari potranno accedere ai 240milioni di ...
Scuola
19/09/2016
Le scuole in Puglia? "Ferme alla preistoria". La ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...