Notti Sacre, preghiera e musica per la Beata Elia

lunedì 26 settembre 2016
L'appuntamento si svolgerà nelle chiese del borgo antico di Bari dove è nata la carmelitana.


Preghiera e musica domani,  a Notti Sacre per la Beata Elia di San Clemente. Alla carmelitana scalza, a conclusione del decennale della sua beatificazione è stata dedicata la rassegna di arte, musica, pensiero, preghiera, spettacolo dell’Arcidiocesi di Bari-Bitonto, che si svolgerà nelle Chiese di Bari Vecchia fino al 2 ottobre. “Ho sete di silenzio” è  tratta infatti dagli scritti della prima Beata di Bari, nata nel borgo antico, vicino la chiesa di San Marco.  

Alle 20,00 Mons. Alberto D’Urso guiderà il rosario della Beta  Elia. Nel decimo anniversario della sua  beatificazione  le monache carmelitane del monastero San Giuseppe di  Bari hanno preparato un Reliquiario per la peregrinatio di un “resto osseo e del Crocifisso personale”, che sosterà fino al 2 ottobre nella piccola chiesa di San Marco dei Veneziani,  nella cui piazzetta, difronte alla casa natia della Beata, verrà recitato il Santo Rosario, ispirato ai suoi Scritti e alle Sue Lettere.  Alle ore 21,00 in Cattedrale la Beata Elia sarà celebrata in  musica  “Nel Silenzio… Oceano d’Amore”, con il Coro Frammenti di Luce; l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari; le Voci recitanti di Alessandro Piscitelli, Sara Barbone; l’Idea progetto testi di Sr. Cristina Alfano, don Maurizio Lieggi, don Mario Castellano, don Alessandro Manuele, Padre Luigi Gaetani, prof. Giuseppe Micunco, Danilo Boccassini; le Voci recitanti di Alessandro Piscitelli, Sara Barbone.

Notti sacre 2016 anche quest’anno apre alle mostre dal 24 settembre al 2 ottobre. Nel Battistero della Cattedrale “A te Donna”, la collaborazione tra gli artisti  Meo Castellano e Pino Massarelli si snoda in un interessante percorso di narrazioni plastiche, costituito dal raffinato delinearsi di trame, espressione di eclettica immaginazione, rappresentazione di attente esplorazioni nella materia, nelle forme e nel colore, nelle idee e nelle emozioni.; nel Succorpo della Cattedrale “l’Evoluzione dell’abito sacerdotale” , espone pezzi unici di fattura artigianale in un percorso di ricerca e approfondimento partendo dalla casula Medievale fino ad arrivare alle interpretazioni contemporanee progettate da artisti, designer e architetti; a Santa Teresa dei Maschi la mostra del Premio Internazionale d’Arte “Notti Sacre 2016”, conduce alla contemplazione, risveglia le energie mentali dell’anima, ed insieme conducono l’artista puro a concepire l’idea per darle forma ed armonia; nel Museo diocesano “Melodie di Campane”, Iconografia di Santi tra arte e devozione, il visitatore sarà introdotto ai segni di fede dell’arte popolare, tanto vicina al pensiero di Papa Francesco”; in via Francigena 11-Bari  la “Casa atelier Malta di Geris”, uno spazio di lavoro in continuo fermento, terreno fertile per la ricerca e la sperimentazione. Interagisce col territorio attraverso momenti espositivi e laboratoriali.

TAG: Bari, notti, sacre
Altri articoli di "Spettacoli"
Spettacoli
17/01/2017
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere ...
Spettacoli
09/01/2017
Il celebre attore è il regista dell'atteso spettacolo, ma anche il protagonista, ...
Spettacoli
27/12/2016
Sul palco cantanti e artisti reciteranno e interpreteranno ...
Spettacoli
22/12/2016
La città si prepara al Natale sulle note di tanta buona musica che ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...