“Giornata mondiale del nato pretermine”: festa nel colonnato del Palazzo dell’ex Provincia, la torre si tinge di viola

venerdì 11 novembre 2016

In occasione della “Giornata mondiale del nato pretermine” il Policlinico di Bari organizza una festa per far conoscere la realtà dei bimbi prematuri. 

Il 17 novembre si celebra la Giornata mondiale del nato pretermine, cioè il neonato che vede la luce prima della 37ª settimana di gestazione, e ha dunque bisogno di cure e terapie specifiche. Quest’anno la Uoc - Unità operativa complessa di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale del Policlinico di Bari diretta dal professor Nicola Laforgia, organizza una festa aperta alla città che si svolgerà nel colonnato del palazzo ex Provincia, sul lungomare Nazario Sauro, dalle ore 18 alle 21.

“Obiettivo dell’iniziativa - ha spiegato Nicola Laforgia - è ritrovarsi insieme per festeggiare e per far conoscere alla città il mondo dei piccoli prematuri, una realtà poco nota e molto complessa che riguarda moltissime famiglie che vivono, insieme ai medici e agli infermieri, l’esperienza di una nascita anticipata. Ciò che ci preme, nel lavoro quotidiano e delicato nel reparto di Neonatologia, è ragionare, non solo in termini di cure mediche e di necessario supporto terapeutico, ma anche in termini di accoglienza e di sostegno ai familiari dei piccoli, che si trovano ad affrontare le incognite e le emozioni di un percorso che spesso ha un esito felice, ma non sempre. La medicina infatti non è una scienza esatta, e quello che si deve chiedere a un medico è di fare tutto il possibile per il bene dei suoi pazienti, sapendo però che l’esito non è scontato.” “Giovedì prossimo, giornata mondiale del nato pretermine, - continua Laforgia - la torre del palazzo ex Provincia sarà illuminata di viola, il colore associato in tutto i mondo ai nati prematuri, mentre il colonnato dello stesso Palazzo sarà aperto non solo alle famiglie che hanno vissuto questa esperienza, ama anche a tutti coloro i quali vorranno condividere un momento di festa e di comunità. Quel giorno sarà con noi una bambina che è diventata la nostra mascotte: una piccola di 400 grammi, che era arrivata a 280 grammi, il cui percorso di crescita fisica e neurologica è andato per il meglio. Sarà lei la star della serata”.

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
20/04/2017
Prelevati cornee, reni e fegato da un finanziere in ...
Sanità
21/02/2017
Il progetto, unico nel suo genere, è stato avviato ...
Sanità
21/12/2016
Era stato trasferito da Trani a Bisceglie all'inizio del ...
Sanità
28/11/2016
Al Policlinico foto e videoracconti di 5 coppie che ce ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...