Non accetta la fine della relazione e perseguita la ex: 22enne ai domiciliari

lunedì 10 luglio 2017

L'episodio è accaduto a Corato. L'uomo è stato arrestato con l'accusa di atti persecutori e detenzione di armi.

Nella giornata di ieri a Corato, la polizia di Stato, ha proceduto all’arresto di T.S. 22enne di Corato, incensurato, in applicazione di una ordinanza di custodia cautelare, per gravi indizi di colpevolezza in ordine al delitto di atti persecutori e di detenzione di arma bianca e di pistola con matricola abrasa.

Lo stalker, nell’anno 2015, all’esito della fine della relazione sentimentale con la vittima, che non voleva accettare la fine del loro rapporto, aveva procurato danni all’abitazione della medesima, nel 2016, tra gli altri episodi in danno della vittima, incendiò la sua autovettura sotto la sua abitazione.
Nello specifico, le aggressioni si sono succedute nel tempo con messaggi e sms, appostamenti, citofonate continue ed insistenti, sbarramenti della strada, pneumatici tagliati, sino ad un tentativo d’incendio dell’abitazione della donna; in una circostanza l’aggressore ha persino tentato di investire con la propria autovettura la vittima.
Tra le altre, la vittima ha denunciato in un’occasione, che lo stalker le aveva esploso un colpo di pistola e le aveva lanciato un corpo contundente, e proprio in quel frangente gli agenti del locale Commissariato di P.S. erano intervenuti presso l’abitazione dello stalker, e avevano rinvenuto un revolver carico che era stato lanciato sul manto stradale in direzione della finestra della sua camera.
L’uomo, mediante la sua condotta, le continue e reiterate azioni moleste e violente, ha costretto la vittima a modificare il proprio stile di vita, portandola a vivere in un clima costante di ansia e di paura, finchè finalmente ieri, i poliziotti del locale Commissariato di P.S., si sono presentati a casa del carnefice ed hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP della Procura presso il Tribunale di Trani, motivata appunto dai gravi indizi di colpevolezza raccolti nel tempo dagli investigatori.
All’esito delle formalità di rito, l’uomo è stato ristretto presso il suo domicilio in regime di detenzione domiciliare a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

 

 

 
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
22/09/2017
Operazione dei carabinieri ieri sera a Bisceglie: il giovane è stato sorpreso in ...
Cronaca
22/09/2017
L'episodio ieri a Trani: il ladro 24enne è stato ...
Cronaca
22/09/2017
In manette un 60enne in possesso di cocaina, hashish, marijuana e 500 euro provento ...
Cronaca
21/09/2017
Questa notte, a Bari, la Polizia di Stato ha tratto in arresto M. L., pregiudicato barese ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...