Umidità alle stelle: nebbia sempre più fitta fino a sabato

giovedì 19 ottobre 2017

La persistenza dell'alta pressione e la ventilazione quasi assente stanno aumentando l'umidità: anche nei prossimi giorni sempre più probabili banchi di nebbia specie nelle ore notturne e all'alba. 

Nebbie sempre più fitte stanno interessando ormai da qualche giorno le nostre regioni e in particolare la Puglia. È una delle naturali conseguenze della configurazione in cui siamo "intrappolati" ormai da più di una settimana: alta pressione persistente, stabilità atmosferica e assenza di moti verticali, ventilazione debole se non addirittura assente, tutti fattori che ormai da giorni fanno "accumulare" tanta umidità nei bassi strati. A questa da ieri si sono aggiunte delle deboli correnti meridionali che trasportano ulteriore umidità dal mare.

Per almeno altri 2-3 giorni la situazione sulle nostre regioni non cambierà: facile quindi attendersi banchi di nebbia sempre più diffusi e fitti sulle nostre regioni. Si tratta in parte di nebbie da "avvezione" (lungo le coste esposte a sud) in parte da "irraggiamento" (nelle vallate e pianure più interne)

La nebbia da avvezione si forma quando aria piuttosto umida passa per su un terreno più freddo e viene così raffreddata, raggiungendo il punto di rugiada che consente la condensazione. La nebbia da irraggiamento si forma generalmente dopo il tramonto, dopo che il suolo ha ceduto calore allo spazio circostante- La temperatura degli strati d'aria prossimi al terreno si abbassa sino a raggiungere la temperatura di rugiada permettendo la condensazione di goccioline di acqua liquida. In entrambi i casi la nebbia persiste nella primissima parte del mattino ma si dissolve col passare delle ore quando il sole comincia a scaldare l'aria.

Nei prossimi giorni foschie e banchi di nebbia ci faranno quindi compagnia almeno fino a sabato e soprattutto fra giovedì e venerdì. Le ore più propizie, ovviamente, saranno quelle serali, notturne e del primo mattino. Le zone più esposte saranno quelle del Salento (specie basso) arco ionico, tavoliere e versante meridionale del Gargano, a seguire il resto della Puglia centrale e del materano. Domenica ultimi banchi di nebbia possibili ancora sul basso Salento, poi il cambio di ventilazione spazzerà via l'umidità.

La nebbia potrebbe risultare in alcuni casi particolarmente intensa, risultando localmente "fitta" (visibilità compresa tra 30 e 50 metri) o "spessa" (visibilità compresa tra 50 e 200 metri). Si consiglia quindi di prestare attenzione se si è alla guida. Possibili disagi anche per gli aeroporti.

Fonte MeteOne

 

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
14/11/2017
Un'intensa ondata di maltempo investirà le nostre regioni nelle prossime 72 ore: ...
Meteo
10/11/2017
Una perturbazione di origine nord-Atlantica ha raggiunto il Mediterraneo agganciando ...
Meteo
09/11/2017
La carta sinottica prevista per le 13 di oggi, ora locale, mostra lo scivolamento di un ...
Meteo
06/11/2017
 La perturbazione è arrivata sulla Puglia nella notte portando ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...