Stop al freddo, arriva il libeccio: fino a 18° nel weekend

venerdì 2 marzo 2018
 Nel corso del fine settimana una l'Italia si troverà sotto l'influenza di correnti occidentali più miti e anche instabili. Punte vicine ai 20 gradi tra venerdì e sabato.

Freddo e neve stop: nel weekend si cambia musica. Se il bel tempo continuerà a essere lontano, il contesto termico cambierà radicalmente con temperature in deciso aumento e valori nuovamente consoni al periodo.

La massa d'aria gelida che ha investito l'Europa ha ormai abbandonato l'Italia dirigendosi verso l'oceano Atlantico, risucchiata letteralmente da un profondo minimo di bassa pressione poco al largo del Golfo di Biscaglia: questa vasta area depressionaria condizionerà pesantemente il tempo sull'Italia nei prossimi giorni inviando ripetuti impulsi perturbati sul Mediterraneo.

Il nostro Paese, quindi, sarà costantemente sotto gli effetti di correnti occidentali più tiepide ma anche più instabili che renderanno il tempo spesso perturbato ma con temperature decisamente più miti rispetto agli ultimi giorni e quota neve nuovamente in montagna.

Anche su Puglia e Basilicata dobbiamo aspettarci un weekend caratterizzato da temperature sopra la media, ma da tempo spiccatamente variabile con schiarite alternate a piogge che privileggeranno soprattutto il settore tirrenico.

VENERDÌ E SABATO Tempo a tratti instabile su entrambe le regioni con addensamenti alternati a schiarite e piogge a macchia di leopardo, più probabili su versante tirrenico e Salento. I fenomeni più intensi sono attesi per la seconda parte di sabato. Neve possibile solo oltre i 1500 metri sull'Appennino lucano.

Le temperature risulteranno in netto aumento e sopra la media stagionale con massime comprese fra 8 e 15 gradi ma punte che sfioreranno i 20 gradi in particolare sul settore ionico e sulla Puglia. Aumento termico amplificato dai venti di libeccio che soffieranno forti, in particolare nella notte tra venerdì e sabato con raffiche fino a 60-70 km/h.

DOMENICA Tempo prevalentemente soleggiato ma con nuvolosità in netto aumento dalla sera per l'avvicinarsi di una nuova perturbazione che probabilmente porterà piogge tra la notte e la mattinata di lunedì.

Le temperature risulteranno in lieve diminuzione, specie sul versante adriatico. Valori ancora elevanti, invece, su Salento e settore ionico con punte fino a 17-18 gradi. Questo sarà dovuto alla provvisoria rotazione dei venti dai quadranti settentrionali (maestrale) che risulteranno deboli o al più moderati. 

MeteOne

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
13/12/2018
Nuovo peggioramento in atto, merito di due perturbazioni di origine atlantica che stanno ...
Meteo
10/12/2018
Aria più fredda di origine artica sta affluendo sui Balcani e in parte anche ...
Meteo
27/11/2018
 A partire dal pomeriggio l'entrata del maestrale determinerà un netto calo ...
Meteo
23/11/2018
Fine settimana con temperature vicine alla media: venerdì ancora sole, sabato ...
Porterà in concerto la musica barocca, per mettere in risalto i virtuosismi dei suoi solisti. Salvatore Accardo ...